Sardegna per scalatori e Free Climbing

Sardegna per scalatori e Free Climbing

Sardegna per scalatori e Free Climbing

Per gli amanti delle vacanze attive con arrampicate in formazioni rocciose, possiamo dire che la Sardegna dispone di formazioni rocciose paragonabili a quelle presenti in Francia nel Verdon o in Spagna nel Parco Nazionale dell’Ordesa.

Camminare, fare arrampicate, alpinismo lungo i sentieri dell’isola che si addentrano tra scenari unici e incantevoli di una Sardegna inesplorata, possono diventare un semplice pretesto per visitare la Sardegna. Potrete scoprire i luoghi meno visitati ma ottimamente custoditi  e dalla forte identità locale che si riflette nello stesso paesaggio montano, ancora integro, misterioso e ricco di peculiarità ambientali e di  biodiversità uniche in Europa.

La Sardegna cela nel suo entroterra centinaia di carrarecce, vie sterrate e sentieri percorribili in 4×4 , a piedi o in mountain bike,  avvolti da un’atmosfera rimasta perfettamente inalterata come ai tempi dei primi viaggiatori. Nel settecento  il gesuita Grencesco  Cetti definì la Sardegna  con “Non vè in Italia quel che vè in Sardegna, né in Sardegna quel che vè in Italia” per sintetizzare il fascino delle specie animali naturali presenti nell’isola. La terra del Gennargentu, i rilievi del Supramonte, nelle valli granitiche dell’iglesiente  e della Gallura  e nella catena dei Sette Fratelli, sono i luoghi più inesplorati della Sardegna.

Alcuni dei luoghi più amati dagli appassionati di alpinismo, di free climbing, bouldering, vie ferrate e canyonig di tutta Europa sono le rocce a strapiombo di: Capo Testa (S. Teresa di Gallura) di Masua nell’Iglesias, di Cala Gonone (Dorgali), Capo Caccia ad Alghero, del Cusidore (Oliena) e di Su Gorropu (Urzulei – Orgosolo – Dogali).

Spettacolari e inconsueti tour partono dalla valle di Lanaitto ad Oliena e dalla piana del Golgo a Baunei, da qui partono numerosi sentieri particolarmente adatti agli appassionati di queste specialità.  Vista l’esiguità di cartelli segnaletici, vi consigliamo di farvi affiancare sempre da guide locali che potranno farvi assaporare le bellezze di questi territori.

No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *