Traghetti Stoccolma Gdynia

Siamo spiacenti, al momento non sono disponibili partenze su questa tratta.

Stoccolma

Stoccolma
Informazioni su Stoccolma
Stoccolma, la capitale della Svezia, sorge su un ampio arcipelago nel mar Baltico e comprende 14 isole e più di 50 ponti. Gamla Stan, il centro storico caratterizzato da stradine acciottolate ed edifici color ocra, ospita la cattedrale di Storkyrkan, il palazzo reale Kungliga Slottet e il Museo Nobel, incentrato sul Premio Nobel. Tra un'isola e l'altra, è possibile fare gite in barca o prendere un traghetto.
Stoccolma è regolarmente collegata con Helsinki e Turku (in Finlandia), con Tallinn (Estonia) e Riga (Lettonia) grazie a numerose linee di traghetti. Fino al 1998 era presente anche un collegamento diretto con San Pietroburgo, in Russia.

Gdynia

Gdynia
Come raggiungere il porto di Gdynia
Gdynia è una città del Voivodato della Pomerania in Polonia e un porto di Gda?sk Bay sulla costa meridionale del Mar Baltico. Situata in Kashubia, nella parte orientale della Pomerania, Gdynia fa parte di una conurbazione con la città termale di Sopot, la città di Danzica e le comunità suburbane, che insieme formano un'area metropolitana chiamata Tricity (Trójmiasto), con una popolazione di oltre un milione di persone.

Per secoli, Gdynia rimase un piccolo villaggio agricolo e di pescatori sulla costa del Mar Baltico. All'inizio del XX secolo Gdynia divenne una località balneare e sperimentò un afflusso di turisti. Ciò ha anche innescato un aumento della popolazione locale. Dopo che la Polonia riacquistò l'indipendenza nel 1918, fu presa la decisione di costruire un porto polacco a Gdynia, tra la città libera di Danzica (città semi-autonoma sotto la Lega delle Nazioni e l'amministrazione polacca) e la Pomerania tedesca, facendo di Gdynia il principale centro economico del corridoio polacco. Fu allora che alla città fu conferito un carattere più cosmopolita, con il modernismo che era lo stile architettonico dominante ed emerse come città nel 1926.

Il rapido sviluppo di Gdynia fu interrotto dallo scoppio della seconda guerra mondiale. Sebbene le truppe tedesche si siano astenute dal deliberato bombardamento, il porto e il cantiere navale di nuova costruzione sono stati completamente distrutti. La popolazione della città ha subito perdite molto più pesanti, in quanto la maggior parte degli abitanti sono stati sfrattati ed espulsi. I locali furono o spostati in altre regioni della Polonia occupata o inviati ai campi di concentramento nazisti in tutta Europa. Dopo la guerra, Gdynia fu stabilita con gli ex abitanti di Varsavia e città perdute come Lviv e Vilnius nelle zone di confine orientali. La città si stava gradualmente rigenerando con il suo cantiere in fase di ricostruzione e ampliamento. Nel dicembre del 1970 i lavoratori dei cantieri protestarono contro l'aumento dei prezzi che fu gravemente represso. Ciò ha notevolmente contribuito all'ascesa del movimento Solidarnosc a Danzica.

Oggi il porto di Gdynia è una tappa fissa dell'itinerario delle lussuose navi passeggeri e un nuovo terminal dei traghetti con un aeroporto civile è in fase di realizzazione. La città ha vinto numerosi premi in materia di sicurezza, infrastrutture, qualità della vita e una ricca varietà di attrazioni turistiche. Nel 2013 Gdynia è stata classificata come la migliore città della Polonia in cui vivere e in cima alla classifica nella categoria generale della qualità della vita generale. Gdynia è anche nota per il suo accesso all'istruzione. Ci sono prestigiose università come l'Accademia Navale Polacca situata nelle vicinanze.

Gdynia ospita il Gdynia Film Festival, il principale festival del cinema polacco, e nel 2014 ha ospitato l'International Random Film Festival.