Dal 2 novembre è in vigore in Germania un SEMI LOCKDOWN (per i dettagli, v. sezione "Misure adottate in Germania"). Dal 2 novembre al 20 dicembre sono VIETATI TUTTI I PERNOTTAMENTI PER MOTIVI DI TURISMO, su tutto il territorio nazionale. Le autorità locali raccomandano anche di rinunciare agli spostamenti non necessari (incluse eventuali visite ai parenti).

INGRESSO IN GERMANIA DA PAESI UE+
La Germania ha abolito tutte le restrizioni all’ingresso per i viaggiatori provenienti dai Paesi dell’Area UE+ (Paesi UE, Schengen e Regno Unito), compresa quindi l’Italia.

Tuttavia, chiunque si sia recato, nei 10 giorni precedenti l'ingresso in Germania, in un'area considerata "a rischio" deve attenersi all'obbligo di quarantena, come previsto dall'ordinanza del Land in cui intende recarsi (e fatti salvi i casi di esenzione lì previsti). Salvo disposizioni diverse a livello di Land, è normalmente esentato dall'obbligo di quarantena chi sia soltanto transitato (senza pernottamento) attraverso un'area a rischio.

Attenzione: Sia l'Italia che numerose altre Regioni europee sono al momento considerate "aree a rischio" dalla Germania. Le regole sotto riportate valgono quindi anche per chi fa ingresso in Germania dall'Italia.

Tutti coloro che nei 10 giorni precedenti l'ingresso in Germania si siano recati in aree considerate "a rischio" devono segnalare il proprio ingresso all’Autorità sanitaria localmente competente registrandosi online sul portale https://www.einreiseanmeldung.de. Le uniche eccezioni all'obbligo di registrazione riguardano i casi di transito (in area a rischio o in Germania), i casi di ingresso dall'area di frontiera per meno di 24 ore o quelli di ingresso per trasporto di merci o persone: tutte le altre persone che nei 10 giorni precedenti l'ingresso in Germania siano state in un'area a rischio sono tenute a registrarsi online (anche se fanno parte di categorie esentate dall'obbligo di quarantena, v. sotto).

Chi fa ingresso da aree a rischio deve normalmente rispettare un periodo di quarantena di 10 giorni. Tale periodo di isolamento potrà essere interrotto in caso di risultato negativo ad un tampone, che potrà tuttavia essere effettuato soltanto a partire dal quinto giorno dopo l'ingresso nel Paese.

Nelle ordinanze dei Länder sono previsti una serie di casi di esenzione da tale obbligo: l'esenzione è in alcuni casi totale (la persona non è sottoposta ad alcun obbligo di quarantena o tampone), in altri parziale (in tali casi è possibile essere esentati dalla quarantena di 10 giorni se si presenta il risultato negativo di un tampone molecolare o antigenico - scritto in inglese, francese o tedesco - effettuato nelle 48 ore precedenti l'ingresso in Germania oppure se si effettua un tampone al momento dell'ingresso, ma in tale secondo caso si deve restare in quarantena fino all'esito negativo). I dettagli relativi ai casi di esenzione devono essere verificati nell'ordinanza del Land in cui si intende entrare.

Normalmente (ma, come detto, valgono le norme dei singoli Länder, che possono discostarsi dalle regole generali di seguito elencate), sono esentati dall'obbligo di quarantena (esenzione totale):

- le persone che fanno ingresso dalle aree di frontiera per un massimo di 24 ore;
- i pendolari che viaggiano regolarmente da o per un'area a rischio per motivi di lavoro, studio o formazione professionale comprovati e strettamente necessari, facendo rientro al proprio domicilio almeno una volta alla settimana;
- le persone in transito (che devono lasciare il Paese immediatamente);
Per periodi non superiori a 72 ore (e nel rispetto delle norme igieniche e di distanziamento):
- le persone che fanno ingresso per far visita a parenti di primo grado (o partner non conviventi);
- chi fa ingresso per ragioni legate al trasporto di merci o persone,
- le persone la cui presenza è indispensabile per il sistema sanitario,
diplomatici di alto livello, parlamentari o membri di Governo.

Sono invece esentati (sempre di norma, ma è bene verificare l'ordinanza specifica del Land di destinazione) dall'obbligo di quarantena generale, ma solo se possono presentare un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti l'ingresso oppure si sottopongono al tampone al momento dell'ingresso (restando in quarantena fino all'esito negativo - casi di esenzione parziale):

- le persone che svolgono professioni "critiche" per il funzionamento del sistema, il cui ingresso sia strettamente necessario (e tale necessità deve essere comprovata),
- le persone che fanno ingresso per far visita a parenti di primo grado o a partner non conviventi (per più di 72 ore) o a parenti di secondo grado o per gravi e comprovati motivi di salute,
- i dipendenti di ditte di trasporto, i poliziotti e gli sportivi (invitati a manifestazioni sportive),
- le persone che fanno ingresso per periodi fino a 5 giorni per motivi di lavoro, studio o di formazione professionale comprovati, strettamente necessari ed improrogabili (o quelle che per gli stessi motivi siano stati in un'area a rischio per un massimo di 5 giorni).

Per i casi di esenzione parziale, si ricorda che: il tampone può essere effettuato prima della partenza (in un Paese UE o incluso nel pertinente elenco del RKI), ma non più di 48 ore prima dell'ingresso in Germania e l'esito negativo deve essere scritto in inglese, francese o tedesco e deve essere conservato per almeno 10 giorni. Il test può essere molecolare (PCR) oppure antigenico (ma se antigenico deve soddisfare i requisiti di affidabilità stabiliti dall'OMS, v. criteri pubblicati sul sito dell'RKI).

In alternativa, il test può a volte essere effettuato direttamente nel luogo di ingresso in Germania (aeroporto, porto marittimo, autostazioni). Ove ciò non sia possibile (diversi centri presenti finora negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie sono stati chiusi), il test può essere eseguito in un secondo momento presso una struttura sanitaria abilitata (che sarà indicata dalle Autorità tedesche), rispettando nel frattempo l’obbligo di quarantena.

Vi consigliamo di verificare sempre eventuali cambi di normativa prima di partire sul sito dell'ambasciata della propria nazione in Germania.