Germania Covid - 19 aggiornato al 20/01/2021:
In ragione dell’aumento dei contagi da Covid 19 nel Paese, la Germania ha stabilito, a partire dal 2 novembre, l’adozione di ulteriori misure restrittive a livello nazionale. Sempre a partire dal 2 novembre, sono inoltre vietati i pernottamenti per turismo in Germania. Le autorità locali raccomandano anche di rinunciare agli spostamenti non necessari (incluse eventuali visite ai parenti). Il Ministero della Salute tedesco ha disposto l'introduzione di controlli sanitari obbligatori per tutti coloro che abbiano soggiornato nei 10 giorni precedenti l’ingresso in Germania in una delle aree considerate “a rischio” dal Robert Koch Institut. Tutta l’Italia e diversi altri Paesi europei sono considerati aree a rischio.
La lista delle aree “a rischio” può essere consultata

qui

(il sito è in lingua tedesca, ma con possibilità di scaricare le liste attuali in lingua inglese).

Tutti coloro che nei 10 giorni precedenti l'ingresso in Germania si siano recati in aree considerate "a rischio" devono segnalare il proprio ingresso registrandosi online sul portale:

Registrazione passeggeri in arrivo in Germania.


Le uniche eccezioni all'obbligo di registrazione riguardano i casi di transito (in area a rischio o in Germania), i casi di ingresso dall'area di frontiera per meno di 24 ore o quelli di ingresso per trasporto di merci o persone. Tutti coloro che nei 10 giorni precedenti l’ingresso in Germania si siano recati in aree a rischio devono inoltre rispettare (fatti salvi i casi di esenzione) un periodo di quarantena di 10 giorni. Tale periodo di isolamento potrà essere interrotto in caso di risultato negativo ad un tampone, che potrà tuttavia essere effettuato soltanto a partire dal quinto giorno dopo l'ingresso nel Paese. Nelle ordinanze dei Länder sono previsti una serie di casi di esenzione da tale obbligo: l’esenzione può essere totale (ad esempio, è completamente esentato dalla quarantena chi fa ingresso per far visita a parenti di primo grado o al proprio compagno per meno di 72 ore) oppure parziale (nei casi di esenzione parziale, è necessario presentare un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti l’ingresso oppure sottoporsi a tampone all’arrivo e restare in quarantena fino all’esito negativo).

ATTENZIONE: Il 5 gennaio Governo federale e Länder hanno annunciato l'intenzione di aggiungere a tale obbligo di quarantena anche un obbligo generale di tampone. Chiunque entri in Germania dovrà cioè presentare un tampone negativo (molecolare o antigenico) effettuato nelle 48 ore precedenti l'ingresso in Germania o sottoporsi al tampone al momento dell'arrivo. Tale obbligo non sostituirà quello della quarantena, ma sarà aggiuntivo (salvo i casi di esenzione, le persone dovranno presentare cioè un tampone negativo all'arrivo, e poi rispettare comunque la quarantena, che potranno interrompere con un altro test soltanto a partire dal 5° giorno). Tale decisione dovrebbe essere recepita entro l'11 gennaio dai Länder nelle loro ordinanze (ma per sapere se il nuovo obbligo è in vigore, è necessario consultare l'ordinanza specifica del Land di destinazione).

Per tutte le informazioni sulle modalità di ingresso in Germania e sui casi di esenzione dall’obbligo di quarantena si rimanda al sito dell’

Ambasciata d'Italia a Berlino.


Vi consigliamo di verificare sempre eventuali cambi di normativa prima di partire sul sito dell'ambasciata della propria nazione in Germania.