Dal momento che le disposizioni normative cambiano repentinamente, sarà responsabilità di ogni passeggero verificare prima di ogni viaggio – sia di andata che di ritorno – le restrizioni nazionali e regionali vigenti.

Per essere aggiornati sulle ultime disposizioni si prega di consultare questo sito.


Regolamenti Covid per i viaggiatori verso Malta - Aggiornamento dal 11° Aprile 2022 fino a nuovo avviso

A partire da lunedì 11 aprile 2022, i passeggeri in arrivo a Malta dalla Sicilia devono presentare UNO dei seguenti documenti prima dell'imbarco:
- Un certificato di vaccinazione valido - i certificati di vaccino attualmente riconosciuti dal Sovrintendente della Sanità Pubblica di Malta sono elencati qui.
- un test PCR negativo effettuato entro 72 ore dall'arrivo a Malta;
- Un test rapido dell'antigene negativo effettuato entro 24 ore prima dell' arrivo a condizione che sia nel formato del certificato COVID digitale dell' UE;
- Un certificato di guarigione indicante che non sono trascorsi più di 180 giorni dalla data del primo test positivo.

I certificati vengono controllati e verificati dagli ufficiali della sanità pubblica all'arrivo a Malta per verificarne l'autenticità. È responsabilità del passeggero assicurarsi che il proprio certificato sia conforme a tali standard.

I bambini di età inferiore a 6 anni sono esenti da qualsiasi requisito di cui sopra.

I passeggeri sono inoltre tenuti a compilare il EU Digital Passenger Locator Form disponibile QUI.



Regolamenti Covid per i viaggiatori verso la Sicilia – a partire dal 1° febbraio 2022

Tutti gli adulti e i bambini di età pari o superiore a 6 anni in partenza per Pozzallo sono tenuti a presentare il modulo di localizzazione passeggeri Passenger Locator Form (dPLF) debitamente compilato e UNO dei seguenti certificati:
- Certificato Covid digitale UE/Green Pass attestante il completamento di un ciclo di vaccinazione con un vaccino autorizzato dall' EMA;
- Certificato Covid digitale UE/Green Pass che attesti che la guarigione da COVID-19 e la cessazione dell’obbligo di isolamento;
- Certificato Covid Digitale UE/Green Pass o certificato equivalente attestante il risultato negativo di un test molecolare (PCR) effettuato entro 72 ore prima dell’ingresso in Italia o antigenico (Rapid Test) effettuato entro 48 ore prima dell’ingresso in Italia.
Il modulo di localizzazione dei passeggeri, digitale o cartaceo, è sempre obbligatorio. In caso di mancata compilazione del dPLF, potrà essere negato l’imbarco.

Con riferimento alla validità del Certificato Covid Digitale UE rilasciato al completamento di un ciclo vaccinale completo, si ricorda che ai soli fini dell'ingresso in Italia, tali certificati continuano a mantenere la validità prevista dai Regolamenti UE (9 mesi).

In Italia, secondo le normative nazionali, a partire dal 1° febbraio, il Certificato Covid Digitale UE o il Green Pass rilasciato a seguito di un ciclo vaccinale completo sarà valido solo per 6 mesi.

I bambini sotto i 6 anni di età sono esenti da quanto sopra. Sono tenuti comunque a compilare il modulo di localizzazione dei passeggeri digitale (dPLF).

I requisiti di viaggio possono cambiare con breve preavviso.

I certificati di vaccinazione vengono controllati e verificati ai confini per l'autenticità. È responsabilità del passeggero assicurarsi che il proprio certificato di vaccinazione sia conforme ai certificati accettati e che sia prontamente disponibile all'arrivo alla frontiera.